L’istogramma e i valori tonali

L’istogramma e i valori tonali

Una delle operazioni più semplici da eseguire per migliorare una fotografia è quella di regolarne i toni mediante la funzione valori tonali.

Finestra regolazioni

Per poter lavorare con questo comando è necessario comprendere e saper leggere l’istogramma dell’immagine, ed è su questo che ci concentreremo adesso.

Istogramma

L’ istogramma serve a darci una prima impressione sull’esposizione di una fotografia,
esso non è altro che una rappresentazione grafica dei valori di luminosità dell’immagine con valori che vanno dallo 0 ( il nero) al 255 (il bianco), i valori intermedi rappresentano i toni di grigio.

Tipologie di esposizione
Qualora si notasse un picco dell’istogramma verso destra (figura 1) questo indicherebbe una sovraesposizione dell’immagine, viceversa se il picco si presentasse a sinistra l’immagine (figura 3) questa risulterebbe sottoesposta .
Un altro problema può indicarcelo un istogramma troppo contratto verso il centro in quanto indice di una fotografia con poco contrasto.
Una fotografia corretta nei toni dovrebbe presentare un istogramma diffuso ma contenuto entro i margini destro e sinistro (figura 2).
Quando i margini dello stesso fuoriescono dal grafico (figura 4) è indice che alcuni pixel dell’immagine risultano bruciati (clipping) e quindi privi di informazioni, tale fenomeno avrà come conseguenza parti dell’immagine sostituite da un nero puro o un bianco puro, non più correggibili in post-produzione.

Istogramma con pixel bruciati

Adesso andiamo a vedere come è possibile correggere una fotografia lavorando su questi parametri.
Per prima cosa è necessario scegliere il metodo di lavoro, quello più semplice e rapido ma sconsigliato (perché definitivo in quanto non modificabile successivamente) è quello di intervenire direttamente dal menù Immagine-Regolazioni ,mentre gli altri sono rispettivamente quello di intervenire sulla finestra a destra del display Regolazioni cliccando sull’icona Valori tonali o quello leggermente più complesso ma con il vantaggio di essere rielaborabile prevede di intervenire tramite il menu Livello-Nuovo livello di regolazione-Valori tonali .
A questo punto si può semplicemente intervenire sui tre cursori che si trovano sotto l’istogramma.
Il cursore nero a sinistra regola le ombre, quello bianco a destra interviene sulle luci, mentre quello centrale rappresenta i toni medi.
Il metodo più semplice per correggere i toni dell’immagine qualora notassimo che il grafico non raggiunge le due estremità dell’istogramma è spostare i cursori verso l’interno fino a dove la salita del grafico ha inizio.

Correzione istogramma
Utilizzando i contagocce presenti sull’area sinistra della finestra è inoltre possibile impostare i parametri della gamma tonale; Se volessimo ad esempio avere in una zona della foto un area di bianchi puri sarà sufficiente prendere il contagocce bianco e fare clic in quella zona.

Ci sono anche metodi più complessi e precisi per correggere l’esposizione, ma saranno oggetto di un altro tutorial………….

Se ti è piaciuto l’articolo lascia un commento, grazie

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>